Iscriviti alla nostra newsletter

Agriturismo e Locanda  bio,
Ospitalità e Fattoria didattica

Vino

Il vigneto di circa 3 ettari impiantato nel 2012 su terreni particolarmente vocati a tale produzione, si  caratterizza per la scelta di vitigni autoctoni calabresi rientranti nel disciplinare di produzione del vino DOC Bivongi. Le viti (12.000 a bacca nera - Gaglioppo, Calabrese Nero, Greco Nero e Syrah e 2.500 a bacca bianca - Guardavalle, Ansonica e Malvasia Bianca) sono coltivate seguendo il metodo di produzione biologico.

Gaglioppo Vitigno presente su tutto l’areale calabrese produce, a completa maturità fenolica, un vino alcolico, robusto, tannico quanto basta.

Calabrese Nero Vitigno tipico di alcuni areali della Calabria, con polpa succosa e buona gradazione zuccherina.

Greco Nero Vitigno a grappolo corto con acini neri e ricchi di pruina, media vigoria. Buona gradazione zuccherina e buona acidità titolabile.

Syrah Piccola presenza (10% sul totale) di questo vitigno internazionale caratteristico per la produzione di vino rosso delicato ed equilibrato.

Guardavalle Vitigno autoctono per eccellenza, si coltiva tra Monasterace, Guardavalle e Bianco (compreso l’entroterra), mediamente produttivo con maturazione tardiva e basso tenore zuccherino.

Ansonica (Insolia) Presente nell’areale meridionale ed in Toscana, vitigno caratterizzato da buone peculiarità, mentre basso appare il tenore di acido tartarico nel mosto. Ottimi i profumi.

Malvasia bianca Tutti i cloni di questo vitigno (qui il clone è la malvasia del chianti) si prestano alla produzione di vini sia secchi che parzialmente aromatici.